was successfully added to your cart.

Cronaca di una serata a Vico Nel Lazio.

By 18 Luglio 2017Blog
01— di Alessandro Vigliani
Venerdì 14 luglio, ore 20,30 la luce del giorno scende, sopra La Monna s’accalcano minacciosi nuvoloni neri che sembrano far presagire pioggia a scrosci e temporali. Qualche goccia sparuta cade sulle persone in attesa al banchetto.
In piazza 24 maggio uno dietro l’altro arrivano i soci di ViviCiociaria. Più di 100, che han deciso di scoprire le Torri di Vico sotto le stelle in una notte di mezza estate.
Purtroppo per la siccità, per fortuna per noi, la pioggia non arriva. E allora Nicoletta Trento e Giovanni De Vincentis si prendono la piazza, l’attenzione dei presenti e presentano il borgo di pietra di uno dei luoghi più belli della Ciociaria.
A semicerchio, tutti intorno ad ascoltare le nozioni di Nicoletta, le curiosità di Giovanni circa le sue ricerche sulla cinta muraria di Vico. Tra i presenti ci sono tante persone del luogo, che il borgo lo conoscono, per cui le torri sono di casa, che però non han voluto rinunciare a una (ri)scoperta di Vico sotto l’occhio della promozione turistica.
Tanti i partecipanti da fuori provincia. Una serata che sembra più una festa. Passo dopo passo, Vico nel Lazio si svela silenzioso ad occhi estasiati e stupiti, rapiti dall’incedere lento della visita che permette di respirare, di perdersi nelle atmosfere medievali del borgo.
Siamo in Ciociaria, all’ombra degli Ernici. Chiese, luoghi, portali, scorci suggestivi fanno del percorso uno scrigno di segreti e bellezza amplificata da vicoli in cui nostalgiche insistono figure del passato: donne sedute sugli uscii a prendere il fresco, parlare e stupirsi di così tante persone.
Così l’arrivo al Palazzo del Governatore, lo stabile più bello di Vico Nel Lazio, dove insiste la mostra del maestro Bianchi è il finale degno di una festa cominciata tre ore prima. E che si conclude con sagne e fagioli, con formaggi e oli di Vico, con una degustazione fatta dei prodotti di questa terra. La nostra terra.
Bella Ciociaria, foriera a volte di bellezza spesso di tradite aspettative e sentimenti contrastanti, un’altra serata passata con te è un’altra occasione che nessuno di noi potrà dimenticare, perché tra le tue braccia la notte scorre serena.
Madre, sorella, amante spesso dallo spigoloso cipiglio. Fedele compagna di viaggio che a volte dà, a volte toglie, ma che pur sempre alberga in fondo al cuore.
Grazie Vico!
Please follow and like us:
0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com