was successfully added to your cart.

Frosinone: un itinerario turistico possibile. Le potenzialità nascoste del Capoluogo.

By 13 Settembre 2017Blog
31Di Alessandro Vigliani 
Partiamo dal principio.
Ricorreva pochi giorni fa – 11 settembre – la distruzione di Frosinone, quella inerente ai bombardamenti alleati della seconda guerra mondiale.
Ricorre, invece e ogni giorno, un altro tipo di distruzione. Quella del “sacco” della parte bassa, della cementificazione selvaggia, della mancanza di politiche di decoro ferme e decise atte a valorizzare un centro storico che solo negli ultimi 15 anni ha visto l’impulso di qualche buona idea a livello di eventi e l’interesse, almeno sulla carta, a recuperare il “gap” inflitto dalla volontà politica anni ’60 – ’70 di sostenere la parte bassa come grande centro commerciale cittadino ai danni della parte storica.
Non esiste, tuttavia e ancora allo stato attuale – sebbene sia in progetto – un percorso turistico di valorizzazione, non esistono pannelli informativi, non esiste un ufficio aperto h24 – forse il nostro è l’unico esistente in Via Garibaldi 10 – capace di dare informazioni turistiche e su Frosinone e su tutto il Basso Lazio.
Eppure l’iniziativa di giovedì 7 settembre andata in scena nelle strade del Capoluogo, ha richiamato più di 50 partecipanti, curiosi di tutta la provincia che hanno scoperto e sono rimasti affascinati da Frosinone.
Sì, proprio Frosinone, la città tanto bistrattata – in primis dai propri cittadini – che se percorsa con il piglio del turista, ed è la quinta volta che accade da quando esiste ViviCiociaria, è capace di creare suggestioni e attrarre a sé come la più navigata della città turistiche.
Dall’anfiteatro ripercorrendo il viale alberato di Viale Roma, quello che era parte del circuito motociclistico del Capoluogo, fino a fermarsi dinanzi la protome bovina all’entrata del Parco delle Colline, riscoprendo un sentiero interno alla città ben poco conosciuto.
E poi il centro storico con quello scrigno di bellezza e sorprese che è la chiesa di San Benedetto descritta e narrata da Giovanni De Vincentis. 14
Così come il sacrario agli eroi risorgimentisti, quel monumento ben poco osservato dai frusinati, che si trova proprio dinanzi la Prefettura davanti cui la guida Nicoletta Trento ha catalizzato l’attenzione dei presenti.
Ma sono proprio le strade della vecchia Frosinone a richiamare a sé, perché il Capoluogo – nell’immaginario collettivo – è macchine, motori, palazzi e grattacielo.
Del Campanile, della vita ai suoi piedi, ben poco si sa e si immagina; come se la città sia ormai solo la valle e non quel tessuto collinare entro cui, nelle stradine così impervie cui una pedonalizzazione potrebbe solo giovare, si nasconde la storia vera di una città così tanto controversa, in una dualità tutta cittadina che oppone la semi – moderna parte bassa con la storia radicata della parte alta.
E cosa dire della Cattedrale? Purtroppo chiusa in orario serale, quindi non visitabile dai partecipanti del “Tacco e Sòla” organizzato da ViviCIociaria. Al suo interno – e siamo sicuri ben pochi tra i nostri concittadini lo sapranno – vi sono tesori a consacrarla come una vera e propria pinacoteca di arte moderna.
Questo e altro c’è da vedere a Frosinone, nonostante le distruzioni, nonostante una cattiva gestione sotto il profilo della promozione turistica.
Frosinone, il Capoluogo o Capitale della Ciociaria, insomma, è una città da attraversare, vivere e camminare, scoprire lentamente e di certo possibile fulcro di una promozione turistica che dalla splendida riviera di Ulisse fino alle catene montuose ci parli di un unico grande territorio capace di promuoversi, farsi apprezzare ed esaltarsi agli occhi del turista.
Foto Alex Vigliani, iniziativa “Frosinone tacco e sòla” 7 settembre 2017. 
Please follow and like us:
0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com