was successfully added to your cart.

Ma quale divisione. Un’unica grande regione che dalla Ciociaria va al litorale pontino: è la storia che lo dice.

By 31 Maggio 2017Blog
cioc2— Di Alex Vigliani
Frosinone e Latina. Ciociaria e agro pontino. Campanilismo, certo. Divisioni di vedute, altrettanto scontato. Eppure camminando tra le pagine della storia raccontata al Museo Piana delle Orme, che abbiamo visitato lo scorso domenica 28 maggio, un dato salta agli occhi: l’ineluttabile necessità di unione di due comparti territoriali tanto divisi quanto uniti nei destini e nelle potenzialità perdute, fino ad ora, a causa della cecità amministrativa di chi, facendosi prendere dalla realtà dello sfottò calcistico/campanilistico, ha dimenticato in modo evidente che il BassoLazio è un territorio unito dalle montagne al mare, dalle campagne ciociare alle piane pontine, terra di interscambio culturale e ricca di bellezze e vicende storiche dall’alba dei tempi.
Abbazie, chiese, passi e rifugi templari, storie di santi e briganti strette come intrecci. Tragedie storiche e sofferenze condivise. E se la ciocia bcioc1atteva sul territorio pontino e annaspando superava di “ciafrocca” la fanghiglia paludosa, se le vesti gualcite delle donne finivano logore dal duro lavoro, se tanti ciociari hanno dato la vita, transumanti di speranza per un tozzo di pane in più, se ai veneti fu dato in futuro la stessa coltivazione di terre con i medesimi sacrifici su elencati, allora è chiaro che la piana pontina è terra condivisa ma non di conquista, di incontro di culture dove tanto i veneti quanto tanti discendenti di ciociari e laborini vivono ancor’oggi.
Dagli Ernici al mare, guidati dal panorama che si apprezza dalle alture e che racconta di terre tanto vicine, solo apparentemente divise dal taglio netto delle montagne.
Non solo Sonnino, Maenza, Priverno, Sezze, Prossedi, Roccagorga o Roccasecca dei Volsci già più vicine, se non adese, all’entroterra e con tanto in comune. Non solo il centro storico di Terracina, in cui insistono testimonianze di usi, costumi e tradizioni simili alla Ciociaria. Non solo Ninfa, Sermoneta o Norba che ridendo strizza l’occhio ad Alatri. Senza vedersi, senza incontrarsi, ma conoscendosi per parentele lontane. Ma tutta la piana pontina, il litorale, la Riviera d’Ulisse con Sperlonga e San Felice con Circe addormentata, dea amata tanto qui quanto lì dove i suoi capelli formano il mare.
E Latina, il suo centro ordinato, la capacità per certi versi di far consorzio dell’agricoltura e la volontà di tanti giovani di recuperare, promuovere, sospingere. Un amore condiviso, quello di due capoluoghi e, con loro, due territori, che han bisogno gli uni degli altri per essere potenza, forza e costruire un comparto territoriale capace di una promozione turistica senza pari. Il solco tracciato dai passi di chi venne prima di noi, che da questi verdi declivi adombrati da vette che sanno già d’Abruzzo sapeva spingersi, passo dopo passo, verso il mare. Questo mondo, questo nostro piccolo grande mondo, che fu di antichi popoli, dai volsci/ernici/sanniti ai romani, terre di transumanti e di coloni con buona pace della zanzara anophele a seminar morte come l’onesto contadino la vita sopra la piana.
Un territorio unico, un’unica regione – quella del BassoLazio con il verdeggiante Liri che riflette Ernici, Lepini e Mainarde, vette che nostalgiche si scambiano sguardi d’amore con l’azzurro del mare, fin tanto vicino, quasi da prendersi idealmente per mano.
BassoLazio: è ora di osare. Un’unica grande terra dalle mille potenzialità, dalle mille grandi risorse. E chissà quante soluzioni al vaglio, lavorando insieme, per inquinamento, sostenibilità e vivibilità.
Foto 1: Piana delle Orme, ricostruzione di uno dei tanti lutti legati alla malaria, nelle civiltà agro pastorali della piana pontina. Dettaglio: il calzare tipico delle nostre zone.
Foto 2: Piana delle Orme, pescatore dell’agro pontino che intreccia una cesta con ai piedi le ciocie.
Please follow and like us:
0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com